calendario stampabile
degli appuntamenti di Marina Romea

Storia e curiosità

La nascita di Marina Romea risale agli anni ‘50 del XX secolo. Nel 1951 88 ettari di bosco, prevalentemente a pineta, furono acquistati dai ravennati Miserocchi e Salbaroli a scopo di sfruttamento del legname.

L'area boscosa era praticamente isolata ed abbandonata, chiusa fra il mare, la valle e le paludi del fiume Lamone, che ancora non aveva uno sbocco diretto al mare. Una pista poco praticabile l'attraversava da Nord a Sud, collegando Casal Borsetti, un villaggio di braccianti, a Porto Corsini, borgo di pescatori, che a sua volta si collegava a Marina di Ravenna. Unico segno di presenza stabile dell'uomo era, a nord, un nucleo di capanni su terraferma e la casa in muratura del contadino Ceretti, detto l'Umàz (Omaccio, omaccione), perché correva voce che fosse un contrabbandiere.

Capanno all'imbrunire, Piallassa della Baiona, Ravenna

Il bosco era fittissimo, tanto che si fecero interventi di diradamento ad opera del Corpo di Guardia Forestale. Nel dicembre 1952 ebbero inizio i lavori di costruzione di una vera e propria strada litoranea fra Casalborsetti e Porto Corsini; la strada fu terminata nel 1956, ed è tutt’oggi l’asse viario di Marina Romea, Viale Italia.

Tra gli obiettivi dell’opera c'era quello di favorire prospettive di sviluppo turistico di una zona di grande interesse naturalistico, con l'insediamento di un lido sul modello di Milano Marittima: un piano urbanistico da studiare accuratamente, in modo consono all'ambiente. Ottenute le autorizzazioni comunali, nel 1953 si aprirono i cantieri per la costruzione delle infrastrutture ed ebbe inizio la lottizzazione, con la vendita dei primi terreni. Il primo edificio terminato fu l'Hotel Corallo, nel 1957, seguito a breve dagli Hotel Columbia e Millepini, lungo la nuova strada litoranea.

La proprietà fece costruire a sue spese nel 1956 un ponte di legno su barche sul canale Baiona, per favorire il collegamento della nuova area con Ravenna.


Il nome

Nel 1956 la Camera di Commercio bandì un concorso fra i cittadini di Ravenna, allo scopo di battezzare il nuovo Lido con un nome appropriato. Parteciparono ben 306 concorrenti, con 241 proposte ammesse. Nella rosa dei nomi, si ritrovano vari filoni: eruditi, pinetofili, garibaldini, dantisti, storici.

Alla fine vinse la proposta di "Marina Romea", che ben rappresentava la nuova realtà del lido collegandola alla storia del territorio, a una Ravenna Capitale dopo Roma e alla strada principale di accesso, la Statale Romea, cosiddetta a causa del passaggio dei pellegrini diretti a Roma (i Romei).

La Commissione Comunale di Toponomastica consacrò quella scelta.


Ass. Pro loco Marina Romea - Viale Ferrara 7 - 48123 Marina Romea RA - P.Iva 01284340393 - C.F. 92028060397 - N. Rea Ra - 171135
PEC: marinaromea @ pec.it - E-mail: info @ prolocomarinaromea.it