printable calendar
of Marina Romea's events

Cinema Arena 2000

IL CINEMA NON SARA' ATTIVO PER TUTTO IL 2019.

la vecchia insegna dell'Arena 2000 (courtesy by Sante's Pub)
Cenno storico

Il Comune di Ravenna ha autorizzato il proprietario della storica Arena 2000, il cinema di Marina Romea (nella foto, gentilmente concessa dal proprietario del Sante's Pub, la storica insegna) a demolire la struttura esistente, in stato di degrado, per realizzare un nuovo cinema Arena 2000 le cui dimensioni fossero inferiori rispetto all'originale, lasciando spazio ad una serie di villette a schiera dalla cui vendita si sarebbero ricavati i fondi per finanziare la costruzione della nuova Arena 2000.

Gli articoli 8 e 18 della legge regionale n°20/2000, che regolamenta l'urbanistica, indicano nella concertazione tra pubblico e privato un importante strumento per lo sviluppo del territorio: "gli enti locali possono concludere accordi con soggetti privati per assumere nella pianificazione proposte di progetti e iniziative di rilevante interesse per la comunità locale".

Traduzione: concedere al privato determinate agevolazioni (le villette a schiera) a fronte di opere di interesse pubblico (la riqualificazione del nuovo cinema).

Il progetto del nuovo complesso (villette+cinema) fu analizzato e approvato oltre 10 anni fà all'epoca della giunta comunale guidata dal sindaco Vidmer Mercatali: si parlò di "Progetto Unitario", che avrebbe obbligato la contemporaneità della costruzione sia del cinema che delle villette.
Purtroppo successivamente il Comune di Ravenna ha maldestramente consentito al costruttore, il geom. Antonellini, una astuta suddivisione in due settori del terreno: il primo per costruire subito il maggior numero di villette e solo il secondo come progetto unitario, con il minor numero di villette.

Questo passaggio è essenziale. Ricordiamo che l'idea originale era di frazionare il costo del cinema su tutte le villette. Spezzando il terreno in questo modo, il costruttore Antonellini ha però iniziato a ripartire il costo del cinema solo sul minor numero di villette: ovviamente così facendo il costo finale di ciascuna di esse è considerevolmente più alto rispetto ai normali prezzi di mercato.

Come seconda mossa, il progetto per il secondo settore non è stato ritirato dal proprietario facendolo decadere, adducendo infatti come scusa che il mercato immobiliare ormai in crisi non consente più il finanziamento del complesso cinematografico.

Il costruttore ha iniziato quindi a proporre ulteriori riduzioni e varianti dello spazio dedicato al cinema, diminuendo l'area complessiva e i posti a sedere e sostituendo tali spazi con un ristorante, degli uffici commerciali o una piccola attività ricettiva.

Dai contatti in corso, pare che il Comune di Ravenna sia disposto a prendere in considerazione, tramite variante al RUE, questi ulteriori cambiamenti del progetto unitario, che riducono ancora di più la nuova Arena 2000. Ma se non si fosse concesso al costruttore geom. Antonellini di spezzare l'area dell'Arena 2000 in due parti, il costo di costruzione del nuovo cinema sarebbe stato suddiviso su tutte le villette, e ciascuna villetta avrebbe avuto un prezzo compatibile con il mercato immobiliare!

A tutt'oggi, a distanza di più di dieci anni dalla demolizione, i lavori per il cinema non sono ancora iniziati. Fino al 2010 era in funzione un cinema provvisorio portato avanti dagli amanti di Marina Romea e della vecchia Arena 2000. Nel 2011, l'area occupata dal cinema provvisorio è diventata un cantiere, impegnata dai lavori di urbanizzazione a servizio delle villette già finite.

L'associazione Pro Loco di Marina Romea ha già espresso tutta la sua riprovazione sulla vicenda anche a mezzo stampa e si impegnerà a continuare la battaglia, anche con manifestazioni di piazza, affinché nel 2012 questo importante servizio per i turisti e per i residenti di Marina Romea e dei Lidi Nord torni attivo.

Nella riunione con il sindaco Matteucci e gli assessori Maraldi e Corsini, avvenuta a settembre 2010, gli amministratori hanno debolmente ammesso che "c'è stata qualche leggerezza" nella gestione di questa vicenda.

La speculazione immobiliare è scandalosamente evidente! 

Ass. Pro loco Marina Romea APS 
Viale Ferrara 7 - 48123 Marina Romea RA 
P.Iva 01284340393 - C.F. 92028060397 
 N. Rea Ra  171135 
N. Registro regionale 2997
PEC: [email protected] E-mail: [email protected]